Chiapas. Vaccinazioni nelle comunità indigene de Los Altos

Il presente rapporto è stato realizzato quando la nostra associazione Medici per i Diritti Umani si denominava ancora Medici del Mondo – Sezione Centrosud.

Il Chiapas è lo Stato più meridionale del Messico, conta 3,9 milioni di abitanti di cui il 26% sono indigeni maya di differenti etnie. La regione de Los Altos è popolata da comunità maya (di lingua tsotsil e tseltal) dedite, prevalentemente, ad una agricoltura di sussistenza (mais e fagioli) oltre che alla coltivazione di caffè destinato alla commercializzazione. La secolare emarginazione e la miseria estrema cui sono sottoposte le popolazioni indigene (in stridente contrasto con le enormi ricchezze naturali del territorio) sono alla base della rivolta zapatista del 1994.

Dal 1998 MdM è presente in Chiapas (nella regione de Los Altos) con progetti in appoggio alle comunità indigene sfollate a causa del conflitto tra il governo federale e l’EZLN (Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale).

Le condizioni politiche, sociali, geografiche de Los Altos , ed in particolare dei Municipi Autonomi Zapatisti in resistenza, hanno favorito la creazione di vasti gruppi di popolazione che hanno rifiutato, o non hanno potuto avere accesso, ai servizi di salute del governo ed in particolare ai programmi di vaccinazioni. Ciò ha fatto si che attualmente esista una estesa popolazione infantile suscettibile alle malattie prevenibili tramite le vaccinazioni: tubercolosi, poliomelite, difterite, tetano, epatite, rosolia, morbillo, pertosse, parotite, infezioni delle vie respiratorie provocate dall’ H. influenzae tipo B.

La mancata protezione contro queste malattie rappresenta un alto rischio epidemiologico per la popolazione infantile; ancor più se si considera che nelle comunità de los Altos la denutrizione colpisce in media il 70% dei bambini con meno di 5 anni.

Il progetto

Dal 2003 MdM Francia e Italia collaborano ad un programma di vaccinazioni in favore delle popolazioni dei municipi autonomi zapatisiti de Los Altos del Chiapas. Il progetto, della durata di 3 anni (2003-2005), prevede di migliorare la copertura vaccinale di 300 comunità tsotsiles e tseltales appartenenti a 7 municipi autonomi ed in particolare dei bambini minori di dodici anni, così come consolidare un sistema autonomo di vaccinazioni gestito dall’organizzazione dei promotori di salute zapatisti OSIMECH (Organizzazione di Salute degli Indígeni Maya dello Stato del Chiapas) che garantisca la sostenibilità a lungo termine del progetto.

Durante il 2004 si sono realizzate 4 campagne di vaccinazioni della durata di 2 mesi ciascuna che hanno permesso di vaccinare circa 5000 bambini, prevalentemenete minori di 5 anni. Si sono inoltre formati circa cento promotori di salute esperti in vaccinazione. Con la collaborazione del CICR (Comitato Internazionale della Croce Rossa) si è installata una efficace catena del freddo (frigoriferi, congelatori, termos) che ha permesso di assicurare l’efficenza logistica del programma. Oltre alle delegazioni francese ed italiana sono presenti in Chiapas MdM Spagna ed MdM Stati Uniti.

Risultati

MEDU ha collaborato con MdM Francia nella realizzazione di un sistema di salute comunitario, interculturale e autonomo delle comunità maya de Los Altos del Chiapas appoggiando i movimenti indigeni zapatista e de Las Abejas. Un successo importante del progetto è stata la realizzazione di un programma di vaccinazioni rivolto a 250 comunità che erano rimaste escluse o non avevano potuto avere accesso al sistema di salute statale. Il programma ha assicurato lo schema basico di vaccinazioni a circa 5000 minori di 5 anni e la vaccinazione antitetanica ad adulti e donne in gravidanza. Tutte le attività sono state pianificate con l’obiettivo di garantirne la sostenibilità nel medio e lungo periodo.

Popolazione beneficiaria
diretta: 8000 bambine e bambini minori di 12 anni, donne in gravidanza
indiretta: 300 comunità e 50000 persone

espatriati: 2

Periodo  2004
(MdM Italia – Sezione Centrosud)

Delegazioni internazionali
MdM Francia, MdM Spagna,
MdM Stati Uniti

Notizie dal progetto

L’umanità è scomparsa Sulle rotte migratorie del XXI secolo (Il Pensiero Scientifico Editore) Modera Annalisa Camilli, giornalista di Internazionale Saranno presenti gli autori. Per ogni...
LEGGI TUTTO
Roma, 8 dicembre 2018 – Come preannunciato ormai da mesi, lunedì prossimo gli edifici dell’ex fabbrica Penicillina nella periferia est di Roma  verranno sgomberati. Con tutta probabilità...
LEGGI TUTTO