MUSICA CONTRO LA TORTURA – MEDU Band in concert

ORE: 18:00
INDIRIZZO: Via Vittorio Emanuele II, 4 Firenze
CONTATTI: 335 1853361

COMUNICAZIONE CAUSA MALTEMPO
l’evento Musica contro la tortura è stato rimandato a data da definirsi

Muica Contro la Tortura

Quest’anno MEDU – Medici per i Diritti Umani vuole celebrare la Giornata mondiale contro la tortura con un evento che si terrà il 30 giugno dalle 18.30 alle 22, nella splendida cornice del Giardino dell’Orticoltura a Firenze.

La serata, organizzata in collaborazione con lo spazio culturale Giardino dell’ArteCultura, si articolerà in due momenti: alle 18.30 i volontari e le volontarie del progetto “Un camper per i diritti”, che da più di 10 anni opera con la propria clinica mobile a Firenze, racconteranno le attività della clinica mobile sul territorio fiorentino e le sfide ancora da affrontare sul territorio locale e nazionale, in materia di diritto alla salute e accesso ai servizi, con un focus specifico sui migranti forzati, perché la salute è un diritto di tutti, nessuno escluso!

I pazienti delle cliniche e dei team mobili di MEDU in Italia sono per lo più migranti forzati (richiedenti asilo, rifugiati o migranti forzati “in transito”): il 90% di essi ha subito tortura o trattamenti inumani e degradanti nei paesi di origine o di transito verso l’Europa, in particolare in Libia, come testimonia la mappa interattiva ESODI, realizzata sulla base delle testimonianze di oltre mille migranti assistiti. Se tantissimi giovani migranti dimostrano un’incredibile capacità di reazione ad un fardello di esperienze limite che, in molti casi, sfugge alla nostra stessa capacità di comprensione, molti altri riportano una devastante lacerazione nel fisico e nell’anima. MEDU, nella propria attività di rilevazione di minacce alla salute e alla dignità umana e di promozione dei diritti umani, tra cui quello alla salute, sperimenta ogni giorno come la sofferenza psichica rappresenti un potente ostacolo ad ogni percorso di integrazione. L’approccio clinico alla riabilitazione dei migranti sopravvissuti a tortura non può prescindere dalla costruzione di una rete di sostegno psico-sociale e la narrazione dei vissuti traumatici ha un valore fondamentale perché consente alle vittime di assumere un ruolo nella società civile: quello di testimoni per gli uomini.

Ad animare l’apericena, la MEDU Band, un gruppo di 10 musicisti nato nel quadro delle attività del centro MEDU Psyché di Roma che fornisce supporto psicologico e psichiatrico alle persone sopravvissute a tortura e a trattamenti crudeli, inumani e degradanti.

Alla luce di quanto di già sperimentato in Sicilia e a Roma, il progetto “Un camper per i diritti” di Firenze è pronto a potenziare le attività di supporto psico-sociale già esistenti, con un incremento delle attività della clinica mobile ad esse finalizzate e a questo scopo, si intende dedicare il ricavato della serata.

L’evento dell’anno scorso è stato un successo! Con il vostro aiuto contiamo di replicare.
Vi aspettiamo!

30 giugno 2017 dalle ore 18.30
Giardino dell’ArteCultura
Via Vittorio Emanuele II, 4 Firenze

Per informazioni e prenotazioni:
comunicazione@mediciperidirittiumani.org / 335 1853361

Medici per i Diritti Umani (MEDU), organizzazione umanitaria indipendente, fornisce dal 2004 assistenza e orientamento socio-sanitario ai rifugiati in condizioni di precarietà nell’ambito di differenti programmi in Italia e in Nord Africa.