gennaio 2013

Malato e trattenuto in un CIE dal 2011 – Il caso di M.

M., giovane migrante, è rinchiuso in un CIE dal 2011, è affetto da una grave forma di depressione e da una settimana rifiuta cibo, acqua e farmaci. Contrariamente a quanto recentemente annunciato dal Ministro Cancellieri (“limiteremo la durata massima per il tempo di riconoscimento a 12 mesi” audizione presso la...
LEGGI TUTTO
Tipo di documento:Comunicati stampa

Centri di identificazione ed espulsione: i dati nazionali del 2012

Secondo i dati (vedi tabella dati nazionali) forniti dalla Polizia di Stato, nel 2012 sono stati 7.944 (7.012 uomini e 932 donne) i migranti trattenuti in tutti i centri di identificazione ed espulsione (CIE) operativi in Italia. Di questi solo la metà (4.015) sono stati effettivamente rimpatriati con un tasso...
LEGGI TUTTO
Tipo di documento:Comunicati stampa

Rifugiati: il paradosso del paradosso italiano

“Sono fuggito in Italia perché pensavo di trovare una vita migliore. Ma mi sbagliavo” racconta Muhammad Abdi, 21 anni da Mogadiscio. Un articolo del New York Times suscita scalpore denunciando le disastrose condizioni igienico sanitarie in cui sono costretti a vivere centinaia di rifugiati africani in un fatiscente edificio romano....
LEGGI TUTTO
Tipo di documento:Comunicati stampa